sabato 29 settembre 2007

Image Hosting by Picoodle.com

Loro non sono il tuo gruppo preferito ..
Loro non sono il tuo gruppo preferito ..

Continua a ripertelo, perchè non mi puoi ascoltare questo disco se prima non cancelli, o meglio, decidi di non pensare a tutto quello che hanno fatto gli SP prima di questa reunion (che poi, in effetti, reunion non è, visto che gli SP sono stati e sono ancora Billy Corgan). Certo, una volta toccato l'apice con il disco perfetto dal nome Mellon Collie non è facile tornare sulla terra e, specialmente dopo le varie vicissitudini che tutti conosciamo, continuare a scrivere musica perchè si sa a priori che quello che ne verrà fuori sarà inevitabilmente inferiore a quel disco storico. Comunque, Billy è un musicista, un musicista veramente innamorato della musica, che fa musica con lo stomaco e l'anima, e Billy è anche un eterno bambino, un Peter Pan, che non è riuscito a staccarsi da quella fiabesca creatura sognata da ragazzo, concretizzata e portata ai massimi livelli con conseguenti stratosferiche dosi di celebrità.
Quindi, precauzioni da adottare prima dell'ascolto:ripetere all'infinito la frase suddetta e non aspettarsi niente (anche se, bastardo, sai che ti aspetti tantissimo da quest'album atteso da tantiiiissimo tempo).
Al primo ascolto non capisci, non riesci a fermare e analizzare il disco, lo senti tutto d'un fiato e la prima cosa che pensi è: "Questo c'aveva una voglia matta di suonare!". Al secondo (e agli innumerevoli successivi) te lo godi .. e capisci che questo, per fortuna, è un buon album .. grazie a Dio!
Certo, io considero un album un BUON album secondo una precisa regola matematica (la metà delle canzoni + 1) e, per quanto riguarda gli SP, ammetto di essere di parte per i vari motivi che avrete addotto dalla mia lunga prefazione.

IL MEGLIO:
Doomsday clock, 7 shades of black, Tarantula, (Come On) let's go (con le loro schitarrate potenti), That's the way my love is (classica ballatona rock di marca smashinganziana), Starz (con un inizio che fa da preludio e carica a scariche elettriche simil-progressive e ottimo assolo di batteria di Chamberlin), Neverlost (dove la batteria di Chamberlin è ipnotica , svela il suo background Jazz).
IL PEGGIO:
Bleeding the orchid (che passa senza lasciare il segno), United States (pezzo lunghissimo e a mia opinione abbastanza piatto e noioso fino agli ultimi 2 minuti di canzone, quando finalmente prende vita), Bring the lights (con l'eccessivo l'uso delle seconde voci),For God and Country (dalle atmosfere anni '80, che non amo) e Pomp and circumstances (che sembra un pezzo di Enya, evitabilissimo).

Una cosa che ho notato (ma che sicuramente è una mia impressione e basta) è che in molti pezzi Corgan sembra imitare sè stesso .. quello dei bei tempi andati.

In conclusione, poteva andare meglio ma molto più facilmente peggio. Bentornato Billy! Adesso che hai rirotto il ghiaccio rilassati e dacci sotto!

2 commenti:

Mariangela ha detto...

Concordo con tutto... un po' delusa, ma poteva andare peggio!Riavere un nuovo mellon collie sarà impossibile quindi accontentiamoci ;)

Marco ha detto...

Meglio di niente!
E poi non è proprio malvagio!
Vedi brutta fine dei Metallica con St.Anger......